Fonte dell’anteprima dell’articolo

Secondo l’Anvur, dal 2006 al 2018 il numero degli iscritti al primo anno nelle facoltà italiane di legge è sceso da 29.000 a 18.000 (-38%). Nello stesso periodo, il numero totale degli iscritti è sceso di 53.000 unità (erano l’11,1% del totale degli iscritti nelle università italiane; ora sono il 7,2%). Cifre, queste, determinate da un fenomeno generato da una pluralità di concause. Sembra tuttavia incidente la lunghezza del percorso laurea-inserimento nel mercato del lavoro: un lasso di tempo che si protrae ben oltre la laurea magistrale per tutte le professioni classiche (avvocatura, magistratura e notariato).

Questa è solo un’anteprima dell’articolo a scopo informativo, clicca qui per visitare la fonte diretta dell’articolo