Fonte dell’anteprima dell’articolo

Nell’interessante sentenza 6 dicembre 2019, n. 31886 (testo in calce) la Suprema Corte individua quali siano i poteri istruttori del consulente tecnico d’ufficio, in quali casi risulti ammissibile una deroga ai limiti stabiliti ex lege e quali conseguenze processuali discendano in caso di travalicamento dei poteri.

Con un accurato e meticoloso percorso argomentativo, i giudici di legittimità ripercorrono i diversi orientamenti giurisprudenziali succedutisi in materia, individuano il più coerente con il sistema e offrono un quadro esaustivo dell’ambito d’azione dell’ausiliario del giudice.

Sommario

La vicenda

La figlia di una paziente deceduta conveniva in giudizio il nosocomio presso cui la madre aveva subito due interventi chirurgici. L’attrice sosteneva che la vittima non fosse stata adeguatamente informata e che i sanitari non avessero eseguito correttamente il proprio lavoro. In primo grado, la domanda attorea veniva…

Questa è solo un’anteprima dell’articolo a scopo informativo, clicca qui per visitare la fonte diretta dell’articolo