Fonte dell’anteprima dell’articolo

Nel procedimento di divorzio, le circostanze di fatto che possono incidere sull’attribuzione e determinazione dell’assegno di mantenimento, sopravvenute in corso di causa, devono essere esaminate nel corso del giudizio, governato dalla regola rebus sic stantibus.

Può essere disposta in appello la riduzione dell’assegno divorzile per sopravvenuto peggioramento delle condizioni di salute e per l’elevato costo della vita della città di residenza.

Ai fini della quantificazione dell’assegno di divorzio rilevano le circostanze sopravvenute, quali l’elevato costo della vita nella città in cui risiede l’obbligato o una sua nuova malattia.

Lo ha confermato la Corte di Cassazione, sezione VI civile, con l’ordinanza 9 gennaio 2020, n. 174 (testo in calce).

Il caso

Nel procedimento di divorzio, la moglie ottiene in primo grado il riconoscimento di un assegno divorzile, il quale in appello viene ridotto sulla base di nuovi elementi di…

Questa è solo un’anteprima dell’articolo a scopo informativo, clicca qui per visitare la fonte diretta dell’articolo