Il testo approvato il 6 aprile (Consiglio dei Ministri, comunicato stampa 6 aprile 2020, n. 39) disciplina le azioni relative alla chiusura del corrente a.s. e all’avvio dell’a.s. 2020/2021, tenendo conto dell’emergenza pandemica e dell’eventuale protrazione del periodo di sospensione dell’attività didattica, svolta “in presenza”, oltre la data del 18 maggio 2020.

Con riferimento alle criticità emerse nella prosecuzione delle attività formative pratiche o di tirocinio in ambito universitario, il d.l. prevede misure eccezionali per lo svolgimento degli esami di Stato per l’esercizio delle professioni, rispetto alle quali l’attività di tirocinio rappresenta presupposto di ammissione.

Istruzione

Per assicurare l’ordinata conclusione dell’a.s. corrente, con una o più ordinanze del Ministro dell’istruzione, saranno scandite specifiche misure dirette ad adeguare la valutazione degli alunni e gli esami di Stato alla situazione emergenziale. Le ordinanze dovranno definire la possibilità di articolare attività di recupero degli apprendimenti dell’a.s. 2019/20, nel corso di quello successivo, a decorrere dal 1°…

Questa è solo un’anteprima dell’articolo a scopo informativo, clicca qui per visitare la fonte diretta dell’articolo