Ai tempi del coronavirus, sono tante le criticità che possono investire i rapporti familiari, ma accade anche che la tutela del diritto alla salute dei figli minori ovvero le problematiche di natura economica vengano volutamente enfatizzate, al sol scopo di acuire risentimenti e voglia di prevaricazione tipici delle peggiori separazioni. Va, infatti, preliminarmente specificato che l’odierna emergenza non può e non deve essere utilizzata come una scusante volta a sottrarsi agli obblighi in capo ai genitori separati.

Gli obblighi relativi al mantenimento e l’esercizio del diritto di visita, perché relativi al diritto ed all’interesse dei minori, devono essere adempiuti. In ipotesi di gravi violazioni o inadempienze, le conseguenze sono sia civili che penali.

Diritto di visita del genitore c.d. non collocatario – orientamenti giurisprudenziali e legislazione di emergenza

In un momento storico in cui i minori, già psicologicamente provati da tale situazione eccezionale di isolamento forzato, soffrono della mancanza di quotidianità fatta, tra l’altro, di scuola, compagni ed attività sportive/ricreative, la pandemia non…

Questa è solo un’anteprima dell’articolo a scopo informativo, clicca qui per visitare la fonte diretta dell’articolo